IN LIMBA (sotto traduzione)
Si pigada unu picculu ‘e petta e albeghe, segada a picculeddoso, posta in una padedda, ne’ ozzu ne’ nudda si passada a fogu lebiu,.fin’a candu essidi abba e rassu. Gosi abbarrada prus lanza
Ponere in sa padedda ozzu de olia, su de nosatteros, cun appiu, pedrusimula, chibudda, azu, 1 tromatta siccada in su sole cun sale russu, (tottu de s’oltu ‘e babbu), tottu segau a pitticcu.
Candu este tottu arrosolau, bettare una tazza e inu bonu ruggiu, e candu s’el rittirau, ponnere sa tromatta frisca ruggia.
Coghere po meda tempu, puitte sa petta de albeghe este meda tosta.
ITALIANO
prendere della carne  di pecora, tagliarla a piccolissimi pezzi e metterla in una casseruola a fuoco lento, senza nient’altro.
Buttare via l’acqua e il grasso che ne esce.
aggiungere un trito di odori ( dell’orto di papà) e dell’olio di oliva (il nostro ), un pomodoro secco sottosale e fare dorare.
aggiungere un bicchiere di buon vino rosso, e quando si è asciugato, buttare dentro i pomodori freschi maturi.
cuocere a lungo e a fuoco lento, aggiungere acqua se necessario, perchè la carne di pecora è dura.